Server che passione! Stando ai dati rilasciati da IDC le vendite di soluzioni server nel secondo trimestre del 2018 sono cresciute del 43,7% rispetto allo stesso periodo del 2017. Si parla di cifre importanti, il controvalore si aggira attorno ai 22,5 miliardi di dollari di introiti rispetto all’anno precedente.

Contestualmente si sono venduti anche 2,9 milioni di sistemi pari ad un incremento del 20,5%. I sistemi server, a quanto pare, piacciono sempre di più e riescono ad entrare in contesti business e non, con maggiore penetrazione ed insistenza.

Il secondo trimestre 2018 è stato solo l’apice di una cavalcata che dura da oltre un anno con una costante crescita a doppia cifra. Ogni genere di soluzione server ha conquistato una buona fetta di crescita ma il balzo in avanti più significativo l’hanno fatto i server midrange con un aumento del 63% incidendo, però, per solo il 10% sul totale delle vendite.

Chi sono i maggiori costruttori server?

Dell si piazza al primo posto con una quota di mercato del 18,8% tallonata da HPE che si attesta al 16,6% del totale. Dell ed HPE continuano ad essere le due contendenti di un mercato in fortissima crescita con continui sorpassi tra di loro; esattamente un anno fa, HPE era al 21,4% del totale delle vendite mentre Dell è riuscita, in un solo anno, a recuperare lo svantaggio e superare i rivali di sempre.

Appaiate al 7% ci sono IBM e Lenovo con quest’ultima che ha fatto un balzo in avanti enorme rispetto al periodo del 2017 con un +85,7%. Immediatamente sotto si trovano Huawei, Inspur e Cisco con quote di mercato attorno al 4,5%.

I dati parlano chiaro: c’è un’enorme richiesta di sistemi server ed il mercato mostra degli inconfutabili segnali di crescita. Il crescere di soluzioni Cloud e la maggiore necessità di elaborare dati anche particolarmente complessi da parte dell’utenza possono essere due chiavi di lettura di queste crescite a doppia cifra. I sistemi venduti hanno generato un maggiore valore rispetto al numero dei sistemi a significare che c’è una maggiore richiesta di sistemi più costosi, e quindi performanti, rispetto al loro numero.